ARCIPELAGOToscano

Posto nel mare Tirreno all'incirca tra le latitudini di Livorno, a nord, e dell'Argentario, a sud, l'Arcipelago Toscano e' formato da una decina di isole assai diverse nell'ampiezza, per lo piu' sono oggi comprese nella provincia di Livorno. L'Isola d'Elba e' la maggiore dell'arcipelago, con coste frastagliate e profonde insenature dove si estendono piccole spiagge: a nord quelle di Portoferraio e di Procco, a sud quelle di Lacona, di Campo e il Golfo Stella, a est il seno di Porto Azzurro.

Diversi sono i terreni che compongono l'isola, cosi come i caratteri morfologici che ne derivano; nella parte orientale abbondano giacimenti di minerali ferrosi, che furono estratti fin da epoca etrusca; quella centrale, anch'essa con rilievi collinari, abbonda di rocce eruttive, mentre quella occidentale e' costituita dalla massa del Monte Capanne (mt 1019).

Aethana per i Greci, Ilva per i Romani, l'Isola d'Elba, a partire dal Medioevo, ebbe vicende complesse, passando per mani dei pisani e dei genovesi, poi appartenne al Principato di Piombino degli Appiani; fu disputata da francesi, spagnoli e inglesi, ma il suo maggior momento di notorieta' lo conobbe tra il 1814 e il 1815 quando fu Stato Indipendente e residenza di Napoleone; dopo fu annessa al Granducato di Toscana. Maggior centro dell'Elba e' Portoferraio, localita'  abitata fin dall'antichita', ma fatta costruire nelle forme fortificate moderne (Cosmopoli) da Cosimo I, che ricevette il sito dagli Appiani nel 1548. Agli spagnoli si deve invece l'altrettanto grandiosa fortezza di Portolongone, dell'inizio del Seicento, a Porto Azzurro. Degli altri centri elbani Rio Marina e Capoliveri traggono origine da attivita'  minerarie, Marciana nasce come borgo castellano, una piu' spiccata funzione turistica ha dato vita a Marciano Marina, Cavo, Marina di Campo.

Carattere interamente vulcanico e aspro ha l'isola di Capraia, la Capraria dei Romani, dalla coste alte e ricche di grotte, il cui abitato principale e' sovrastato dalla fortezza di San Giorgio, eratta dai genovesi. Ancor piu' inospitale, come una grande massa di granito che sfiora i 650 mt, si presenta la dirupata isola di Montecristo, l'Artemisia Romana, dove sorse un Monastero benedettino dall'esistenza assai difficile e che e' stata resa famosa dal romanzo di Alexandre Dumas. Piu' prossima alle coste toscane e piu' settentrionale e' l'isola della Gorgona (Urgon), abitata fin da epoca etrusca e poi sede cenobitica, fortificata dai pisani e successivamente dai fiorentini. Caratteri diversi dalle altre isole presenta quella di Pianosa, l'antica Planasia, essendo pressoche' pianeggiante; anch'essa fu pisana, genovese, degli Appiani e poi devastata dai Turchi, finche' il Granducato, nella prima meta' del secolo scorso, la ridusse a colonia penale.




BandieraBlu

Bandiera Blu a Castiglione della Pescaia (GR)
Per Informazioni

TrekkingCavallo

Informazioni sul Trekking
Per Informazioni

NaturaAmbiente

Riserva Naturale Diaccia Botrona
Per Informazioni